top of page

UN PARADISO NATURALE IN CITTÀ

La riserva Laguna Nimez, con i suoi quasi 70ha, conserva una serie di ambienti rappresentativi, con un'ampia diversità di specie floristiche e faunistiche autoctone.
Ti invitiamo ad esplorare i suoi 5 ambienti naturali e ad imparare qualcosa in più sulla natura in questa parte del mondo.

46508826_2267440886622363_60633274892230

AMBIENTI NATURALI

BOCCOLA STEPPA

All'interno del RNLN è protetta una parte dell'ecoregione "Estepa Patagónica"; rappresentato principalmente da arbusti. Da qui il suo nome: Steppa Arbustiva.

Alcune delle specie vegetali più comuni che potremo conoscere sono El Calafate ( Berberis microphylla ); il Neneo ( Mulinum spinosum );  diverse specie del genere Senecio; così come il genere Acaena (le famose "cartoline").

Attorno alle sue foglie, rami e/o radici, nutrendosi dei suoi fiori e frutti, si sviluppa tutta una serie di forme di vita che vanno dagli invertebrati (come i ragni, i "chinche" originari dei cavolfiori, bombi e farfalle) alle volpi grigie (Lycalopex). griseus) che costruiscono le loro tane in cespugli, roditori, picche; e, naturalmente, i bellissimi uccelli che ci affascinano.

ZONA UMIDA

All'interno dell'ecoregione "Estepa Patagónica", nel comune di El Calafate, possiamo trovare un ambiente molto ricco per la presenza di un sistema di lagune, ruscelli e un lago, che è la zona umida di Calafateño. All'interno della riserva, è rappresentata principalmente dalle lagune di Nimez ed Escondida. In questo sito possiamo osservare principalmente uccelli acquatici, come gli attraenti Fenicotteri Meridionali ( Phoenicopterus chilensis ); i Cigni dal collo nero ( Cygnus melancoryphus ) insieme alle Coscorobas ( Coscoroba coscoroba ); anatre; e folaghe,  tra gli altri.

PRATO INONDABILE

Accanto alle lagune, facente parte della Zona Umida;  in questo caso con una vegetazione erbacea predominante, è l'alpeggio. Questo sito è l'habitat di specie vegetali autoctone come i coirones ( famiglia Poaceae ), la curiosa Mata Piedra ( gn. Azorella ), e altre, con bellissimi fiori come Don Diego de la noche ( Oenothera odorata ) e Topa Topa ( Gn. Calceolari ).

Specie di uccelli come il Cauquenes comune (Chloephaga picta ), il Bandurrias meridionale ( Theristicus melanopis ), il Teros comune ( Vellus chilensis ) e il Becasinas comune ( Gallinago magellanica ) si nutrono di queste tenere erbe e invertebrati che vivono nei pascoli. , tra gli altri . È anche comune vedere tra questi pascoli, le simpatiche volpi grigie, che giocano, e/o cercano roditori, lucertole o uova da sfamare.

REEDBED

L'area con la minore superficie all'interno della riserva, ma una delle più importanti per la funzione che svolge, è lo Juncal. Questo sito  che, come indica il nome,  È composto principalmente da canneti (famiglia delle Juncaceae); È il più grande sito di nidificazione per uccelli acquatici dell'intera area protetta, durante la stagione estiva; e l'unico spazio acquatico che non gela (per la presenza di vegetazione) durante la stagione invernale, rendendolo un ambiente fondamentale per la sopravvivenza delle specie acquatiche stanziali presenti nel RNLN.

Dalla presenza di un gran numero di coppie riproduttive  -con nidi-, è il luogo per eccellenza per osservare rapaci come i chimangos ( Milvago chimango ) e/oi suggestivi falchi cenere ( Circus cinereus ). è  anche l'habitat dello speciale  e  lo sfuggente Scorfano (Rallus antarticus), un uccello vulnerabile in tutto il mondo, che vive in pochi luoghi del pianeta.

COSTA DEL LAGO ARGENTINO

L'ultimo ambiente è quello appartenente alla zona costiera;  in questo caso, dal Lago Argentino. Questo sito, con una predominanza di dune  e spiagge rocciose, ospita una flora molto simile a quella della steppa; non così la sua fauna. Le pareti sono un'area di nidificazione per le rondini agili ( famiglia Hirundinidae ), e tra le sue coste, a prima vista poco abitate, possiamo trovare molte specie di uccelli limicoli, tra cui i più migratori. Alcuni esempi sono: il piviere  Cenerentola uomo  ( Pluvianellus socialis ), trovato  quasi minacciato  in tutto il mondo, e con pochi esemplari sul pianeta  (con la maggior parte dei suoi individui in Patagonia); il Corriere Cannella ( Charadrius modestus ); e Sandpipers unicolor, e groppa bianca (fam. Scolopacidae ) entrambi migratori a lunga distanza, tra palo e palo. Questi ultimi trascorrono l'estate meridionale sulle nostre coste, per poi migrare verso l'estate dell'emisfero settentrionale (Stati Uniti, Canada, Groenlandia), dove nidificano.

La preservazione di questo ambiente, dalla non circolazione dei veicoli a ruote, dall'estrazione di inerti, o dall'introduzione di animali domestici; garantisce la vita di questi meravigliosi esemplari, alcuni di essi, che effettuano le migrazioni più lunghe e difficili del mondo.

Per vivere in modo corretto questi ambienti vi invitiamo a leggere

bottom of page